Revenience – Daedalum (2016)

Oggi andremo ad analizzare il primo album dei bolognesi Revenience, nati nel 2015 e che a gennaio dell’anno sucessivo hanno inciso Daedalum.
Il loro è un gothic metal con qualche influenza di sinfonico: niente di troppo originale, ma che si fa comunque ascoltare volentieri, tranne alcuni piccoli passi falsi che ora vedremo.

Il lavoro si apre con un classico intro sinfonico e d’effetto, che crea una buona atmosfera, che continua anche nelle altre canzoni. Diciamo che siamo di fronte a un onesto album gothic che ricorda vagamente i Nightwish. A differenza della band finlandese, però, c’è una diminuzione della componente sinfonica e lirica, soprattutto da parte della vocalist Debora Ceneri che non ha la vocalità di una Tarja (poche ce ne sono in realtà), ma che in certi momenti sembra fare fatica a cantare e stare dietro alla musica.
Personalmente, poi, ho trovato fastidioso il growl troppo pesante del pur bravo batterista Simone Spolzino: in coppia con una voce così acuta come quella della Ceneri, ci sarebbe stato meglio qualcosa di più soft, ma ripeto, questo è puro gusto personale.
Punto più alto dell’LP è Not My Choice, resa un gioiello dalle atmosfere sofferte e piene di pathos. Suonata molto bene e cantata anche meglio, è il punto di partenza da cui i Revenience devono partire per il prossimo lavoro per poter sperare di andare anche meglio.
Invece forse qualcosa da rivedere c’è nelle ballad: se Revenant è abbastanza piena di atmosfera e dura anche piuttosto poco, Lone Island è un po’ noiosa e con molto poco da dire, rendendola il punto più basso di tutto il lavoro.

Insomma, i bolognesi hanno già intrapreso la strada per un buon successo con piglio deciso. Dovranno riuscire a focalizzare le loro capacità in modo da esprimersi al meglio e dare qualche spunto personale ad un genere abbastanza abusato come il gothic.
Se vi piace lo stile “beauty and the beast”, allora date ai Revenience una possibilità.

Voto: 71/100

Monica

Tracklist:

  1. In a Landascape of Winter – 02:38
  2. Blown Away by the Wind – 04:11
  3. Shamble – 04:00
  4. Flail – 05:21
  5. Lone Island – 04:00
  6. A-Maze – 05:22
  7. Not My Choice – 04:46
  8. Revenant – 02:38
  9. Shadows and Silence – 07:06
Durata totale: 40:02

Lineup:
  • Debora Ceneri – voce
  • Simone Spolzino – voce growl e batteria
  • Michele Di Lauro – chitarra
  • Fausto de Bellis – chitarra e basso
  • Pasquale Barile – tastiere
Genere: gothic metal
Per scoprire il gruppo: il sito ufficiale dei Revenience

Potrebbero interessarti anche...

Aggiungi il tuo commento