Noesis – Unheard Whispers (2018)

SCHEDA DEL DISCO
Per chi ha fretta
PRESENTAZIONEUnheard Whispers (2018) è il secondo EP di Noesis, one man band del musicista lucano Niccolò Nicodemo.
GENEREUn ambient black metal sognante, delicato, tranquillo.
PUNTI DI FORZAAtmosfere calde e belle melodie, un songwriting ricco, variegato e mai omogeneo.
PUNTI DEBOLIUna scaletta un po’ breve e inconsistente, qualche ingenuità.
CANZONI MIGLIORIUnheard Whispers – pt. I (ascolta), Unheard Whispers – pt II (ascolta)
CONCLUSIONIUnheard Whisper si rivela un EP molto convincente, che promette anche di meglio per il futuro!
ASCOLTA L’ALBUM SU:Youtube | Bandcamp | Soundcloud | Spotify
ACQUISTA L’ALBUM SU:Bandcamp 
SCOPRI IL GRUPPO SU:FacebookBandcamp | Youtube | SpotifyMetal-Archives
VOTO FINALE
Su un massimo di 80 per gli EP
70
COPERTINA
Clicca per aprire

Ma chi l’ha detto che il black metal deve per forza essere oscuro, feroce e gelido? Se è vero che gran parte del genere – in special modo l’incarnazione più classica e le branche che da essa derivano in maniera diretta – ha proprio questa natura, non bisogna fare di tutta l’erba un fascio. Nella mia lunga vita da ascoltatore, mi è capitato diverse volte di trovare gruppi black che evocavano altre sensazioni: l’ultimo caso in ordine di tempo è quello del progetto Noesis. One man band di Niccolò Nicodemo, polistrumentista della provincia di Potenza, è nata nel 2013 e ha all’attivo un paio di EP, tra cui l’ultimo Unheard Whispers risale allo scorso sette maggio. Come già detto, il genere suonato al suo interno è un ambient black metal senza grande cupezza né aggressività: si rivela anzi sognante, delicato e tranquillo. Sia i passaggi più espansi e orientati verso le tastiere sia quelli più metal sono melodiosi, caldi e pieni di sfaccettature, sia a livello musicale che emotivo. Merito di un songwriting molto ricco e variegato: le tre parti che compongono l’EP non soffrono mai di omogeneità, anzi ognuna ha la sua personalità ben precisa e brilla sia per atmosfera sia per le melodie. In generale, in questo frangente il progetto Noesis si rivela valido e interessante, anche a dispetto di alcuni piccoli difetti. In primis, Unheard Whispers soffre di un po’ di inconsistenza: per quanto piacevoli, i suoi sedici minuti sono pochi anche per un EP, specie di un genere così atmosferico, che ha bisogno del giusto sviluppo nel tempo, non di concisione. In più, ogni tanto Nicodemo cade in qualche ingenuità, dovuta probabilmente alla sua giovane età. Ma in fondo, nessuno dei due problemi inficia un bell’EP, molto buono anche nella sua brevità.

L’EP comincia da un intro di suoni ambientali, con uccelli che cantano placidi: creano subito un’atmosfera calma. È il perfetto preludio a Unheard Whispers – pt. I, che poi prende vita sterzando su un pezzo ambient delicato, celestiale, con lievi tastiere che si intrecciano su un tema musicale mogio, sognante. È questa la base in cui presto emergono la batteria e quindi chitarre distorte, che uniscono le loro melodie docili – nonostante la loro natura già molto orientata al black – allo sfondo. È un’unione molto ricca di armonie e di intrecci, che pian piano diventa sempre più densa, ma senza perdere lo spirito poetico iniziale, nemmeno quando il tutto si fa più energico e potente, fino a toccare un picco: dopodiché, la musica torna a spegnersi. Ma è solo il prodromo a una nuova esplosione, ancor più intensa e potente, con ritmiche e assoli di chitarra in evidenza e il primo intervento dello scream di Nicodemo: il tutto però non è feroce, mantiene anzi la ricercatezza e la docilità precedente. È insomma un finale riuscito di un bel episodio, forse addirittura troppo breve – nonostante i sei minuti, ne avrei ascoltato volentieri di più – ma che a parte questo risulta di buonissima qualità! Unheard Whispers – pt. II si riaggancia quindi ai suoni“da foresta” che facevano da finale alla precedente, su cui presto entra quello che sembra un violino pizzicato: scandisce quella che dà quasi l’idea di essere la colonna sonora di un videogioco (inteso in senso positivo, ovvio). All’inizio è una norma misteriosa, nascosta, e anche mentre procede, arricchendosi del suono di un carillon o dei sussurri (in greco!) del mastermind, la sua natura non cambia. Solo dopo qualche minuto si cambia registro: un attimo di pausa intimista, poi la musica vira sul black metal, portando un po’ di preoccupazione di malinconia nell’aura complessiva del pezzo. È la stessa che permane molto a lungo: sia i momenti più aperti che tornano a sonorità ambient, sia quelli più intensi la evocano bene. Anche per questo, tutte le frazioni si uniscono alla grande tra loro, in un fluire musicale unico, ben raccordato dalle melodie di tastiere, di quello che sembra un violino e delle chitarre. Ne risulta così una progressione intimista e nostalgica che passa in un soffio: abbiamo insomma un gran pezzo, il più bello del terzetto dell’EP! Al contrario delle precedenti, la conclusiva Unheard Whispers – pt. III non ci mette molto a entrare nel vivo: un breve intro con lo scoppiettare di un fuoco, poi una chitarra pulita dà il là all’entrata in scena di un brano black metal. Come da norma Noesis, però, è molto melodico e di ottimo spessore sentimentale sin dal riffage iniziale. Quando poi entrano in scena le armonie e il cantato di Nicodemo, che si sdoppia tra un pulito malinconico e lo scream, l’effetto si accentua ancora di più. Peccato che questo duri poco, prima di confluire in una coda ambient calma, col solito carillon e una nostalgica chitarra pulita: in generale, vista la brevità, il pezzo sembra incompleto. A parte questo, però, è di buona qualità: non male, insomma, per mettere fine a un album simile!

Riepilogando, Unheard Whispers è un EP appassionante e di alto livello, anche a dispetto di qualche difettuccio. Certo, forse i suoi sedici minuti sono un po’ pochi per valutare in maniera approfondita le vere capacità del progetto Noesis: direi però che l’impressione in questo senso è molto positiva. Ecco perché, se mi sarà possibile, continuerò a tenere d’occhio questo progetto: chissà che in futuro non possa fare ancor di meglio!

DATI DEL DISCO
TRACKLIST
1Unheard Whispers – pt I06:24
2Unheard Whispers – pt II06:24
3Unheard Whispers – pt III03:32
Durata totale: 16:20
FORMAZIONE DEL GRUPPO
Niccolò Nicodemovoce, tutti gli strumenti
ETICHETTA/E:Masked Dead Records
CHI CI HA RICHIESTO LA RECENSIONE:l’etichetta stessa

Potrebbero interessarti anche...

Aggiungi il tuo commento

Google-Translate it!