Leftover Bullets – Virtue & Vice (2016)

SCHEDA DEL DISCO
Per chi ha fretta
PRESENTAZIONEVirtue & Vice (2016) è il primo album dei greci Leftover Bullets
GENEREUn energico mix di sleaze e hard rock, dal sapore un po’ old school.
PUNTI DI FORZAUna grande energia, una scaletta variegata e godibile 
PUNTI DEBOLIPiccole incertezze dovute all’inesperienza tipica degli esordi.
CANZONI MIGLIORIWhile I’m on the Round (ascolta)
CONCLUSIONIAl netto di qualche perdonabile sbavatura, Virtue & Vice fa ben sperare per il futuro e la carriera dei Leftover Bullets. 
ASCOLTA L’ALBUM SU:Bandcamp 
ACQUISTA L’ALBUM SU:Bandcamp
SCOPRI IL GRUPPO SU:Sito ufficiale | Facebook | Instagram | Bandcamp | Youtube | Spotify
VOTO FINALE
Su un massimo di 100
80
COPERTINA
Clicca per aprire

Gli ellenici Leftover Bullets hanno esordito durante il 2016 con Virtue & Vice, un energico mix di sleaze e hard rock che convince fin dai primi ascolti.

Ad aprire il disco troviamo While I’m on the Round, un brano ritmato dal sapore un po’ old school con il quale la formazione greca decide di presentare al pubblico il suo stile, che punta tutto sulla potenza dell’hard rock scuola anni ottanta. Le piccole incertezze dovute all’inesperienza tipica degli esordi sono palpabili in certi brani ma il gruppo riesce comunque a non far perdere nulla al suo lavoro in termini di godibilità e qualità generale. Tutti i pezzi hanno qualcosa che li contraddistingue e per tutta la tracklist si spazia da sezioni più melodiche a ritmiche più aggressive che lasciano poco campo ai potenti ritornelli, che comunque fanno sentire la loro presenza all’interno del disco. Fatta eccezione per qualche particolare sulla voce e sulle chitarre anche a livello di produzione sonora questa prima fatica dei Leftover Bullets si difende bene, creando un equilibrio non del tutto scontato per una formazione alle prime armi. Dieci sembra essere il numero perfetto di brani per dare alla band la possibilità di giocare al meglio le proprie carte senza correre il rischio di risultare tediosi o banali, ed ognuno di essi come detto in precedenza può contare su una personalità notevole che rende l’ascolto piacevole in ogni minuto che passa. La proposta stilistica portata avanti dal quintetto prende il massimo dell’energia dalle sue influenze e la traduce in una scarica di adrenalina che pervade tutte e dieci le tracce di Virtue & Vice ed il risultato, al netto di qualche perdonabile sbavatura, fa sicuramente ben sperare per il futuro e la carriera di questi cinque giovani musicisti.

DATI DEL DISCO
TRACKLIST
1While I’m on the Round04:07
2Feeding the Flame04:13
3Weak Link03:43
4Out of Control04:36
580’s Child03:58
6Bleeding Time04:54
7Teen Spirit’s Gone03:53
8Virgin Queen03:23
9Blind Myself03:40
10Might Be Miles Away05:19
Durata totale: 41:46
FORMAZIONE DEL GRUPPO
Yiannis Vogiatzis “Vog”voce 
George Karathanasis “Cargo”chitarra solista
Yiannis Tentsos “Johnny T.”chitarra ritmica
Dimitris Argiropoulosbasso
George Dimitridisbatteria
OSPITI
Anestis Pilatosbasso (tracce 1, 3, 6 e 7)
Em Hemano Tselepsisbasso (traccia 5), backing vocals
Alexis Tsouleasbasso (traccia 3)
ETICHETTA/E:autoprodotto
CHI CI HA RICHIESTO LA RECENSIONE:la band stessa

Potrebbero interessarti anche...

Aggiungi il tuo commento