Space Coke – L’Appel du Vide (2018)

Arriva oggi dalla lontana e stupefacente Colombia il gruppo di oggi e cioè gli Space Coke, gruppo hard/stoner rock rock con pesanti influssi doom e psichedelici. Li ritroviamo con il loro primo album, L’Appel du Vide che esce dopo due EP.

La gatta frettolosa fa i micini ciechi. Mi è venuto questo proverbio proprio ascoltando gli Space Coke: diciamo fin da subito che i colombiani non suonano male e nonostante qualche scelta stilistica discutibile, riescono ad intrattenere abbastanza bene. Il problema maggiore è che siamo davanti ad un lavoro di solo mezz’ora che contiene ben due cover e un pezzo noise di due minuti senza molto senso, che spezza l’album, non da continuità al lavoro e che quindi stona molto. Alla fine della fiera è più un lungo EP che un vero full-length: c’è troppo poco per poter dare un voto più alto e maggiormente ragionato. Ed un peccato, perché comunque non sono male. Forse i ragazzi hanno bisogno di ancora di inquadrarsi e decidere quale deve essere la strada del loro suono (io mi auguro che seguano la via del doom che a mio parere gli viene meglio del resto).

Insomma, nonostante la perplessità legata alla lunghezza di L’Appel du Vide, io vi consiglio comunque di tenerli d’occhio perché potrebbero regalarci delle buone sorprese in un futuro prossimo. E mi auguro sia proprio così.

Voto: 70/100

Monica

Tracklist:

  1. L’Appel du Vide – 05:48
  2. Kali Ma – 04:15
  3. Corpsewood Manor – 03:04
  4. Venus in Furs – 05:12
  5. NoiseJam Trip – 01:53
  6. Lucid Dream – 04:14
  7. Thelemic Ritual – 04:48
  8. Evil – 04:01

Durata totale: 33:18

Lineup:

  • Reno El Cheapo Gooch – chitarra e voce
  • Moses Andrews III – organo
  • Jay Matheson – basso
  • Brandon Johnson – batteria

Genere: hard rock/doom metal
Sottogenere: stoner metal
Per scoprire il gruppo: la fanpage Facebook degli Space Coke

Potrebbero interessarti anche...

Aggiungi il tuo commento