Cremisi – Dawn of a New Era (2019)

I Cremisi sono una band emiliana-romagnola che ha siglato il proprio esordio quest’anno con Dawn of a New Era. L’ottima proposta stilistica portata avanti dal gruppo, unita ad un intenso racconto del Rinascimento nei brani che compongono il suo primo lavoro, cattura l’attenzione dell’ascoltatore e lo trascina in un’altra epoca sulle ali di un metal dalle numerose sfumature.

La prima pubblicazione della formazione nostrana attraversa una serie di influenze che ne scolpiscono la forma: un symphonic metal dai tratti epici si fonde con degli estratti folk, dipingendo uno sfondo perfetto per le vicende narrate all’interno dell’album. Quest’ultimo gode inoltre di una particolare attenzione in fase produttiva, e il merito è anche di Sebastian Levermann (membro dei celebri Orden Ogan) che ha collaborato con il gruppo per questa prima esperienza. Gran parte della durata totale di Dawn of a New Era è occupata da un continuo alternarsi di sezioni melodiche dal sapore medievale ed esplosioni ritmiche estremamente aggressive che chiamano in causa tutti gli strumenti (e talvolta anche la componente sinfonica), che si uniscono dando vita ad una torbida danza dai risvolti sempre incerti. La band guidata dalla voce di Davide Tomazzoni è in grado di raccontare la propria interpretazione del metal con una maturità notevole, e tenuto conto che si tratta di un disco d’esordio la qualità e soprattutto la varietà dei suoni proposti esprime il chiaro obiettivo della band di esaltare la funzione narrativa della propria musica. Il duro lavoro speso nella creazione di atmosfere che potessero fare da palcoscenico a questa opera si traduce in dei brani non sempre efficaci al pieno delle proprie possibilità ma dal trasporto emotivo considerevole: nell’eterno contrasto fra il tecnicismo più puro e la ricerca spasmodica del sentimento i Cremisi abbracciano principalmente l’ultimo dei due aspetti senza dimenticarsi di curare l’altro, facendo convivere dentro alla propria musica quelle stesse numerose influenze cui si faceva riferimento all’inizio. Dawn of a New Era è un esordio coraggioso e va riconosciuta al quintetto la capacità di manifestare in modo chiaro e fantasioso un’idea di symphonic che vive di molteplici sfaccettature tutte da scoprire.

Voto: 81/100

Francesco

Tracklist: 

  1. Dark Winds – 02:23
  2. The Black Death – 05:16
  3. Dawn of a New Era – 06:12
  4. Captain’s Log – 04:16
  5. Confession – 06:36
  6. In the Name of the Lord – 05:18
  7. Waves of Sorrow -01:01
  8. Battle of Lepanto – 05:36
  9. The Hanged Man – 05:33
  10. On the Moon – 06:44

Durata totale: 48:55

Lineup: 

  • Davide Tomazzoni – voce
  • Federico Palmucci – chitarra
  • Francesco Messina – basso
  • Rolando Ferro – batteria

Genere: symphonic/folk metal
Sottogenere: epic folk metal
Per scoprire il gruppo: la fanpage Facebook dei Cremisi

Potrebbero interessarti anche...

Aggiungi il tuo commento