Alcoholic Alliance Disciples – Prayers for Snakes (2019)

SCHEDA DEL DISCO
Per chi ha fretta
PRESENTAZIONEPrayers for Snakes (2019) è l’album d’esordio dei sardi Alcoholic Alliance Disciples.
GENEREIl classico groove metal di tendenze southern
PUNTI DI FORZAUna gran compattezza, una buona maturità ascoltabile nella cura messa nel realizzare il tutto; in generale, un disco ben fatto.
PUNTI DEBOLIL’assenza di una vera e propria hit.
CANZONI MIGLIORI 
CONCLUSIONIPrayers for Snakes si rivela alala fine un disco valido, con intenzioni ben definite. 
ASCOLTA L’ALBUM SU:  
ACQUISTA L’ALBUM SU:Amazon | Bandcamp 
SCOPRI IL GRUPPO SU:Sito ufficiale | Facebook | Instagram | Bandcamp | Youtube | Spotify | Metal-Archives
VOTO FINALE
Su un massimo di 100
78
COPERTINA
Clicca per aprire

Gli Alcoholic Alliance Disciples sono una band nostrana, originaria della Sardegna. Si sono formati nel 2007, mentre solo lo scorso anno hanno pubblicato il primo full-length Prayers for Snakes, un lavoro compatto, maturo e ben fatto.

L’analisi di questo disco più che traccia per traccia si concentrerà sugli aggettivi usati per descriverlo, in primis compatto: le tracce sono ben concentrate con un punto focale ben definito. C’è sempre la sensazione che la meta sia chiara e che la strada sia già asfaltata. La maturità infatti è l’altro aggettivo impiegato per descrivere quest’album, perché nonostante sia il primo full length, si sentono i tanti anni di limatura che sono serviti per portarlo a termine; le caratteristiche della band si notano, non solo nella musica ma anche nella scrittura dei testi. Infine l’ultimo aggettivo è ben fatto, perché è costante nelle sue tracce, dalla prima all’ultima ti propone tutto ciò che sono loro senza mai cadere in basso con tracce senza senso, tutte valide; questo porta all’unico difetto, soggettivo per fortuna, che è la non presenza di una canzone che mi abbia colpito particolarmente nonostante siano tutte oggettivamente buone.

In conclusione, Prayers for Snakes è un disco valido, con le intenzioni definite. I difetti sono assenti, le canzoni sono belle, non rimane che aspettare per un loro nuovo lavoro, che sarà sicuramente ancora più valido.

DATI DEL DISCO
TRACKLIST
1Seven Days and Seven Nights06:05
2With All My Strength04:02
3Voodoo Night04:49
4Hell’s Revolution05:05
5Inner Fight06:26
6Prayers for Snakes04:47
7Drawing Dead04:58
8The Same Old Fucking Story06:11
9Between Heaven & Hell06:06
Durata totale: 48:26
FORMAZIONE DEL GRUPPO
Ignazio Cugavoce
Vincenzo Casuchitarra
Alessio Melischitarra
Paolo Pubusabasso
Angelo Melisbatteria
ETICHETTA/E:Alone Records
CHI CI HA RICHIESTO LA RECENSIONE:Infinity Heavy

Potrebbero interessarti anche...

Aggiungi il tuo commento