Woodhawk – Violent Nature (2019)

SCHEDA DEL DISCO
Per chi ha fretta
PRESENTAZIONEViolent Nature (2019) è il secondo album dei canadesi Woodhawk.
GENEREUn ottimo incrocio tra stoner e hard rock.
PUNTI DI FORZAUno stile ben espresso, ottimi riff, una maturità e un’identità più sviluppate, una buona produzione tecnica.
PUNTI DEBOLIQualche sbavatura qua e là.
CANZONI MIGLIORI
CONCLUSIONIViolent Nature è un album pregevole, da recuperare per i fan del genere!
ASCOLTA L’ALBUM SU:Youtube | Bandcamp | Soundcloud
ACQUISTA L’ALBUM SU:Amazon | Bandcamp 
SCOPRI IL GRUPPO SU:Facebook | Bandcamp | Youtube | Metal-Archives
VOTO FINALE
Su un massimo di 100
91
COPERTINA
Clicca per aprire

Due anni dopo il loro esordio i canadesi Woodhawk si ripresentano in gran forma con un secondo album sorprendente, Violent Nature: la prova del trio nordamericano convince quanto la precedente (se non addirittura di più) e dimostra l’effettiva crescita della band in una finestra di tempo relativamente limitata.

I riff chiave e le ritmiche a supporto di ogni singolo brano sono azzeccate alla perfezione, dando modo allo stile proposto dai tre rocker di esprimersi al meglio delle proprie potenzialità. Il sound prodotto dai Woodhawk è un ottimo incrocio fra stoner e hard rock che fa da sfondo alla voce graffiante del bassista e vocalist Mike Badmington: il suo timbro completa il concept sonoro che il gruppo vuole portare avanti e a parte qualche sbavatura qua e là gli elementi fondamentali del trio di Calgary sono tra i più solidi in circolazione per quanto riguarda il genere trattato. Il passo avanti rispetto alla prima uscita passa anche e soprattutto dal fatto che i brani ora sembrano avere una direzione ed un’identità più marcata. Intendiamoci, Beyond the Sun è stato sicuramente un esordio col botto nel quale la band aveva sprigionato delle intuizioni affascinanti ponendo sempre al primo posto la robustezza delle ritmiche al servizio della performance vocale del frontman canadese. Tuttavia Violent Nature vanta delle componenti che mettono la firma definitiva dei Woodhawk su questo splendido lavoro: gli inserti acustici che accarezzano sonorità blues, i giri armonici compatti e mai troppo dispersivi, una produzione tecnica di livello più elevato ed altri sottili elementi sono una chiara rivendicazione di personalità da parte di un trio da tenere sicuramente d’occhio. L’approccio adottato alla seconda avventura in studio è audace ed il risultato pregevole: fatevi un favore e recuperate quest’album al più presto, ma non perdete di vista questi tre musicisti perché ho la sensazione che le sorprese non siano ancora finite.

DATI DEL DISCO
TRACKLIST
1Snake in the Grass04:46
2Weightless Light03:38
3Dry Blood04:30
4Heartstopper04:40
5Old Silence03:46
6Clear the Air05:32
7Violent Nature05:32
8As a Friend04:31
9Our Greatest Weakness06:57
Durata totale: 44:51
FORMAZIONE DEL GRUPPO
Turner Midzainvoce e chitarra
Mike Badmingtonvoce e basso 
Kevin Nelsonbatteria
OSPITI
Jesse Gandertastiera
ETICHETTA/E:autoprodotto
CHI CI HA RICHIESTO LA RECENSIONE:Asher Media Relations

Potrebbero interessarti anche...

Aggiungi il tuo commento