Wolfsinger – Through the Window (2019)

SCHEDA DEL DISCO
Per chi ha fretta
PRESENTAZIONEI Wolfsinger sono una band heavy italiana giunta alla sua seconda fatica con Through The Window (2019).
GENEREUn heavy metal abbastanza classico condito con delle venature di thrash.
PUNTI DI FORZAAlcuni spunti compositivi sono riusciti, ma non bastano a superare le criticità dell’album.
PUNTI DEBOLISongwriting poco stimolante e non particolarmente ispirato.
CANZONI MIGLIORIThe Revenge of Wolves (ascolta), The Pyre of Lust (ascolta)
CONCLUSIONIThrough the Window è un disco pieno di brani poco efficaci, firmato da una band che probabilmente può dare qualcosa in più.
ASCOLTA L’ALBUM SU:Youtube | Spotify 
ACQUISTA L’ALBUM SU:Amazon 
SCOPRI IL GRUPPO SU:Sito ufficiale | Facebook | Instagram |  Youtube | Spotify | Metal-Archives | Twitter
VOTO FINALE
Su un massimo di 100
50
COPERTINA
Clicca per aprire

Through the Window è il secondo album pubblicato dagli italiani Wolfsinger a tre anni dall’esordio con Living with the Inner Beast. Lo spirito del gruppo è ancora profondamente legato all’heavy metal classico e anche questo nuovo capitolo continua ad utilizzare il linguaggio musicale tipico delle band degli anni settanta e ottanta.

Tuttavia, come altre band che si approcciano alle proprie pubblicazioni con lo sguardo rivolto al passato, il quintetto nostrano riesce solo parzialmente a far prevalere la propria personalità. Ciò che emerge dall’ascolto di questo nuovo lavoro è un intento compositivo che si attiene ai tratti storici dell’heavy ma risulta poco incisivo in tutti i suoi aspetti; ogni brano è caratterizzato da ritmiche vivaci e in generale rispecchia uno stile ben definito, ma ci racconta poco della visione globale dei Wolfsinger. A questo si aggiungono anche degli accenni di thrash che rischiano di rendere Through the Window ancora più confusionario e, in definitiva, poco omogeneo. Il songwriting della band non raggiunge ancora una piena maturità, e anche se qualche spunto degno di interesse è comunque presente all’interno dell’album finisce per essere offuscato da molteplici sbavature, sia sul piano tecnico che da un punto di vista più generale. Il cruciale momento di svolta che sembrava potesse arrivare con il disco uscito sul finire del 2019 sembra essere ancora distante per i nostri, i quali sembrano ancora avere le idee poco chiare sulla direzione concettuale da prendere. Purtroppo non è sufficiente rifarsi a delle sonorità che hanno trovato fortuna in passato se non le si sviluppa in modo efficace, ma c’è sempre un margine di miglioramento per tutti quei gruppi che, attraverso di esse, vogliono esprimere il proprio estro.

DATI DEL DISCO
TRACKLIST
1Buried Alive04:42
2Headphones04:18
3Balance04:03
4The Revenge of Wolves06:22
5Through the Window (Deep Blue)05:22
6The Pyre of Lust03:44
7Evil Gambler04:37
8Mantis05:08
9Iron Horse05:13
10No Tears for You (In Memory of My Father)06:51
Durata totale: 50:20
FORMAZIONE DEL GRUPPO
Raffaella Singervoce
Davide Mantovanchitarra e backing vocals
Haron Wolfbasso e backing vocals
Cristiano Gillonebatteria
Marta Pipitonecori
ETICHETTA/E:MASD Records
CHI CI HA RICHIESTO LA RECENSIONE:l’etichetta stessa

Potrebbero interessarti anche...

Aggiungi il tuo commento