Lucid Dream – The Great Dance of the Spirit (2020)

SCHEDA DEL DISCO
Per chi ha fretta
PRESENTAZIONEI Lucid Dream sono una band italiana autrice di un Heavy metal con tendenze prog che giunge con The Great Dance of the Spirit al suo quarto album in studio.
GENERERitmiche dal sapore heavy contaminate da alterazioni e atmosfere tipiche del prog.
PUNTI DI FORZAUna produzione non perfetta ma molto chiara che mette in evidenza gli elementi di maggior interesse dell’album, oltre a rendere i pezzi estremamente validi.
PUNTI DEBOLIUn cantato non sempre efficace da parte di Karl Faraci.
CANZONI MIGLIORIWall of Fire (ascolta), The Realm of Beyond (ascolta), Wakan Tanka (ascolta)
CONCLUSIONIThe Great Dance of the Spirit è un altro ottimo lavoro per i Lucid Dream, che sembrano essere in crescita costante.
ASCOLTA L’ALBUM SU:Youtube | Spotify 
ACQUISTA L’ALBUM SU:Amazon
SCOPRI IL GRUPPO SU:Sito ufficiale | Facebook |  Youtube | Spotify | Metal-Archives
VOTO FINALE
Su un massimo di 100
84
COPERTINA
Clicca per aprire

I Lucid Dream sono tornati sulle scene affidando a The Great Dance of the Spirit il compito di esprimere la loro nuova direzione artistica. Ci eravamo già occupati di loro in occasione dell’uscita di Otherworldy, l’album uscito quattro anni fa che ci aveva piacevolmente sorpreso. Nel frattempo la band ha avuto modo di lavorare su se stessa e rifinire gli aspetti già positivi del disco precedente, sviluppando il proprio sound senza mai esagerarne i toni.

Il mix vincente che vede fondersi l’heavy con le trame fantasiose del progressive viene riproposto nuovamente e tutti gli elementi che lo compongono suonano sufficientemente ispirati. Sul piano delle ritmiche il gruppo si conferma ancora una volta capace di produrre composizioni d’impatto in grado di supportare la struttura dei brani. Oltre a ciò, un ruolo assolutamente significativo è ricoperto dagli inserti sinfonici (come gli archi in The Realm of Beyond) o di diversa estrazione sonora che donano una profondità notevole alla tracklist di The Great Dance of the Spirit. Rispetto al predecessore questo nuovo disco può vantare un lavoro migliore sotto al profilo della produzione, che adesso evidenzia in maniera più chiara le parti vitali ma anche le sfumature più nascoste in un’ora scarsa di metal dal sapore fortemente melodico. Anche nelle tracce che puntano tutto sulla loro potenza emotiva il gruppo tira fuori delle idee piuttosto coraggiose che esplicitano una voglia di esprimere al meglio la propria interpretazione di quella che è, a tutti gli effetti, una saggia commistione fra due generi che insieme hanno molto da dire. Dalle ballad ai ritmi più sfacciati e aggressivi, passando per sezioni che costruiscono un’atmosfera narrativa degna di nota: i Lucid Dream mettono un altro importante tassello sul loro percorso finora prolifico e, seppur rimanendo nel loro stile fin dall’inizio, riescono ancora a fare centro mettendo l’accento su alcuni punti che si rivelano essere fondamentali.

DATI DEL DISCO
TRACKLIST
1Wall of Fire06:19
2Desert Glass05:34
3By My Side06:30
4Moving Sands00:32
5A Dress of Light06:05
6The War of the Cosmos06:36
7The Realm of Beyond07:12
8Golden Silence06:33
9Wall of Fire (acoustic reprise)02:41
10Prayer for the Great Spirit01:37
11Invisible Stranger03:01
12Wakan Tanka04:56
Durata totale: 57:36
FORMAZIONE DEL GRUPPO
Karl Faracivoce
Roberto Tirantivoce e basso
Simone Terigichitarra
Luca Scheranitastiere
Paolo Tixibatteria
OSPITI
Andrea Cardinaleviolino
Sara Calabriaviola
Rachele Rebaudengovioloncello
ETICHETTA/E:Sliptrick Records
CHI CI HA RICHIESTO LA RECENSIONE:la band stessa, Grand Sounds Promotion

Potrebbero interessarti anche...

Aggiungi il tuo commento