Nicumo – Inertia (2020)

SCHEDA DEL DISCO
Per chi ha fretta
PRESENTAZIONEInertia (2020)è il terzo lavoro dei finlandesi Nicumo, che dopo un ottimo esordio e una buona prova con Storms Arise (2017) provano a dare maggiore profondità al proprio sound
GENEREUn gothic metal piuttosto classico con delle sfumature death.
PUNTI DI FORZAUn buon equilibrio tra sonorità decise e parti più melodiche.
PUNTI DEBOLILe sezioni melodiche non sempre sono all’altezza di ciò a cui ci ha abituati il gruppo
CANZONI MIGLIORIDark Rivers (ascolta), Time Won’t Heal (ascolta)
CONCLUSIONIInertia è ancora un buon lavoro per i Nicumo, nonostante qualche passo falso che non compromette comunque il quadro generale
ASCOLTA L’ALBUM SU:Youtube | Bandcamp | Spotify 
ACQUISTA L’ALBUM SU:Amazon | Bandcamp 
SCOPRI IL GRUPPO SU:Sito ufficiale | Facebook | Instagram | Bandcamp Spotify | Metal-Archives
VOTO FINALE
Su un massimo di 100
81
COPERTINA
Clicca per aprire

A tre anni di distanza da Storms Arise fanno il loro gradito ritorno sulle scene i Nicumo, band gothic metal proveniente dalla Finlandia. Ancora una volta il quintetto nordeuropeo riesce ad assemblare un disco di tutto rispetto, ricorrendo ad uno stile ormai perfezionato negli anni e capace di veicolare la potenza espressiva del gruppo senza mai risultare eccessivo.

Il suono caldo e coinvolgente che aveva caratterizzato i due album precedenti accompagna anche le composizioni di Inertia. Nel tentativo di consolidare una proposta stilistica già efficace i Nicumo curano particolarmente la sezione ritmica dei brani, concentrando i loro sforzi sull’impatto delle chitarre e del basso. Anche in questo nuovo capitolo inoltre è possibile godere di una varietà notevole per tempi e atmosfere: il gruppo dimostra ancora una volta di saper padroneggiare sia i pezzi più aggressivi che quelli dai tratti attenuati senza intaccare l’omogeneità dell’album che anzi ne guadagna sul piano della profondità compositiva. A completare il sound troviamo le solite sfumature death, che rimangono una costante utilizzata con discreta sicurezza dai cinque. Nonostante l’abilità nella gestione dei ritmi su Inertia la formazione finlandese mostra un po’ il fianco sulle parti melodiche, le quali non sempre riescono ad essere incisive: se alcune sono costruite in perfetta sinergia con le ritmiche più decise e svolgono a pieno il loro lavoro, altre mancano dell’approccio coraggioso e determinato che invece potevano vantare i brani di Storms Arise. In generale è chiaro che il focus principale della band sia stato spostato sul gothic in senso stretto, ma forse era lecito aspettarsi un lavoro in linea se non superiore al predecessore. I Nicumo muovono un passo importante nella loro carriera senza discostarsi troppo da ciò che hanno mostrato finora e provando a sviluppare ulteriormente il proprio marchio di fabbrica: un gothic pulito e ben fatto che a tratti si riveste di death e ama raccontarsi in modo fantasioso.

DATI DEL DISCO
TRACKLIST
1Three Pyres03:57
2Dark Rivers04:38
3Same Blood04:20
4Witch Hunt04:41
5Tree of Life05:12
6Mother and the Snake03:55
7Who You Are04:32
8Time Won’t Heal03:46
9Black Wolf06:55
Durata totale: 41:56
FORMAZIONE DEL GRUPPO
Hannu Karppinenvoce
Tapio Anttiroikochitarra
Atte Jääskelächitarra
Sami Kotilabasso
Aki Pusabatteria
OSPITI
Mikko-Ilari Ojalasassofono
ETICHETTA/E:Inverse Records
CHI CI HA RICHIESTO LA RECENSIONE:l’etichetta stessa

Potrebbero interessarti anche...

Aggiungi il tuo commento