Heirs of Fire – Pain&Victory (2020)

SCHEDA DEL DISCO
Per chi ha fretta
PRESENTAZIONEHeirs of Fire è un progetto nato nel 2017 dal musicista italiano John Legato, giunto solo quest’anno all’esordio con Pain & Victory.
GENEREUn alternative metal di facile lettura che non pretende di portare con sé troppi tecnicismi.
PUNTI DI FORZAEfficace nella sua semplicità.
PUNTI DEBOLIProduzione non eccelsa ma tutto sommato scusabile vista la breve carriera della formazione
CANZONI MIGLIORIPain&Victory (ascolta)
CONCLUSIONIPain&Victory mette in mostra un metal che non chiede grandi sforzi all’ascoltatore ma riesce a trasmettere un’emozione palpabile; il progetto Heirs of Fire potrebbe fare strada.
ASCOLTA L’ALBUM SU:Youtube 
ACQUISTA L’ALBUM SU:Amazon 
SCOPRI IL GRUPPO SU:Wix | FacebookBandcamp 
VOTO FINALE
Su un massimo di 80 per gli EP
69
COPERTINA
Clicca per aprire

Heirs of Fire è un progetto nato nel 2017 dal musicista italiano John Legato, giunto solo quest’anno all’esordio con Pain&Victory. Un metal vicino alle sonorità dell’alternative e una buona dose di grinta sono gli ingredienti principali di cui questo EP si compone, andando sempre alla ricerca dell’equilibrio giusto fra tutte le sue componenti.

Nonostante la sua breve durata il disco con cui il progetto inizia a prendere forma getta le basi per uno sviluppo che potrebbe rivelarsi interessante. Ognuno dei sei brani composti da Legato racconta una sfumatura diversa della personalità che l’artista (e la band al seguito) è in grado di esprimere: mediante l’utilizzo di ritmiche semplici da digerire anche per un orecchio non troppo avvezzo al sound proposto, Pain&Victory riesce a portare avanti uno stile che contiene a suo modo un particolare senso dell’estetica, a partire dalla bella copertina disegnata per l’occasione. Il disco partorito dopo qualche anno di travaglio da questo ensemble tutto italiano non è affatto un tripudio di tecnica, ma si apre la strada mettendo a nudo le emozioni di chi lo ha composto e lasciando all’ascoltatore la possibilità di interpretare l’opera a suo piacimento. Se si considera la giovane età del progetto è anche possibile soprassedere ad alcuni limiti di produzione che avrebbero potuto, in altri contesti, essere una vera e propria spina nel fianco per la buona riuscita del disco. Non c’è dubbio che questo primo gemito a firma Heirs of Fire abbia generato curiosità attorno alla band, che ha già annunciato di essere al lavoro per la prossima pubblicazione. Qualora si dovesse trattare di un significativo passo avanti rispetto all’esordio ci troveremmo davanti ad una realtà difficilmente ignorabile sul palcoscenico del metal italiano: pezzi accattivanti quasi al punto da essere orecchiabili e una serie di scelte operate in fase di songwriting potrebbero davvero diventare un trampolino di lancio per una formazione che sembra avere già le idee chiare.

DATI DEL DISCO
TRACKLIST
1Sweet Danger03:07
2Pain&Victory03:12
3Corrupted02:44
4Undead03:09
5Feed the Beast03:42
6Set Me Free04:54
Durata totale: 20:51
FORMAZIONE DEL GRUPPO
John Legatosconosciuto
ETICHETTA/E:Volcano Records
CHI CI HA RICHIESTO LA RECENSIONE:Alpha Omega Management

Potrebbero interessarti anche...

Aggiungi il tuo commento