Singolo: Control of the Unholy degli Hellz

SCHEDA DEL SINGOLO
Per chi ha fretta
IL SINGOLO IN BREVECon il suo hard ‘n’ heavy dalle influenze progressive e spaziali, Control of the Unholy (2020) del progetto australiano Hellz è un singolo degno di nota. Vista la sua particolarità funziona come pezzo a sé stante: merito anche di un buonissimo livello di qualità.
ASCOLTA IL SINGOLO SU:Youtube | Spotify
SCOPRI IL GRUPPO SU:Sito ufficiale | FacebookYoutube | Spotify 
COPERTINA SINGOLO
Clicca per aprire

Nel corso dei quasi dieci anni di esperienza con Heavy Metal Heaven, ho sviluppato quasi un sesto senso. Seppur io spenda molti ascolti per valutare in maniera approfondita la musica, di solito anche ai primi riesco a riconoscere se essa merita davvero oppure no, se sarà splendida o solo di buon livello. Non sempre però la prima impressione è corretta: ogni tanto ancora accade che qualche band riesca a stupirmi. È il caso degli Hellz: progetto fondato dalla cantante australiana Lisa Perry, ai primi ascolti non mi aveva impressionato granché. Ma ho accettato lo stesso di occuparmi del suo singolo Control of the Unholy, uscito lo scorso 17 luglio: forse a livello inconscio avevo già captato qualcosa di fascinoso. E qualcosa c’è davvero: dopo diversi ascolti, il pezzo mi è cresciuto parecchio.

Merito in primis di doti di songwriting almeno discrete da parte degli Hellz: non farà gridare al miracolo, ma Control of the Unholy è costruito in maniera solida e godibile. Ma soprattutto, il singolo brilla di uno stile personale: parte dall’hard ‘n’ heavy più classico, ma ci inserisce armonizzazioni non proprio canoniche, a tratti persino di retrogusto progressive. Merito anche di una registrazione rimbombante, atmosferica, che rende il tutto spaziale: forse è solo un caso (dopotutto, è un suono grezzo), ma io non credo. Se non altro, lo testimonia la presenza di un lato sintetico accanto a quello rock/metal: sempre presente, dà una bella mano alla resa atmosferica della musica del gruppo. È proprio questo il maggior elemento di appeal di un pezzo che però ha qualche altra cartuccia da sparare.

Control of the Unholy inizia in maniera dissonante, con stridori elettronici su cui si posano campionamenti parlati. Pochi secondi, e ci ritroviamo in un ambiente espanso, particolare: ricorda addirittura i Fates Warning di metà carriera. È un senso che rimane in parte anche quando il pezzo entra nel vivo: il lead che apre davvero le danze, echeggiato e alieno, non è un elemento tipico dell’heavy e dell’hard rock, specie grazie all’aiuto della tastiera, che lo distorce. Più classiche sono invece le strofe, sottotraccia e potenti: ci conducono in maniera incalzante fino a bridge orientati all’hard rock anni ottanta, per poi aprirsi. I ritornelli veri e propri infatti sono molti espansi, sognanti ma al tempo stesso hanno la loro buona carica catchy.

A parte una parte centrale ancor più spaziale, dominata all’inizio dalla cantante e poi da un assolo mistico di Lexx Majic, non c’è altro. E non serve altro: abbiamo una traccia che funziona molto bene anche nella sua concisione. Certo, non tutto è perfetto: a tratti è avvertibile che Perry è la regina assoluta degli Hellz. La sua voce senza dubbi è molto bella, piena e sensuale: ricorda quella di una Doro Pesch più leziosa. Peraltro, la frontwoman la usa in maniera consapevole, gestendola in diversi registri, tra cui riesce a svariare con naturalezza. A tratti però si prende un po’ troppo la scena, come nel già citato assolo, che in solitaria forse sarebbe stato meglio.

In ogni caso, comunque, è un difetto davvero da poco. Control of the Unholy alla fine si rivela un singolo divertente, buonissimo, e accende la curiosità sul nome degli Hellz. Soprattutto, però, risulta riuscito anche a sé stante: qualcosa che non sempre riesce con un singolo, neppure a band ben più famose o con esperienza maggiore di questo progetto australiano. Per questo, se ti piace l’hard ‘n’ heavy e vuoi ascoltare qualcosa che non sia la solita sterile copia dei gruppi anni settanta e ottanta, puoi cominciare a buttare un orecchio sugli Hellz. Certo, sperando che in un futuro non troppo lontano possano far uscire qualcosa di più sostanzioso, che permetta di valutare a pieno le loro vere qualità!

DATI DEL SINGOLO
TRACKLIST
 Control of the Unholy05:02
FORMAZIONE DEL GRUPPO
Lisa Perryvoce
Lexx Majicchitarra
Gorka Alegrebasso
Mark McLeodbatteria
ETICHETTA/E:autoprodotto
CHI CI HA RICHIESTO LA RECENSIONE:Black Roos Entertainment

Potrebbero interessarti anche...

Aggiungi il tuo commento