Bring Out Your Dead – Bring Out Your Dead (2020)

SCHEDA DEL DISCO
Per chi ha fretta
PRESENTAZIONEI Bring Out Your Dead sono una formazione prog metal spagnola e con il disco omonimo (2020) si approcciano per la prima volta ad una pubblicazione ufficiale.
GENEREAnche se “prog metal” è una descrizione piuttosto calzante, il gruppo stesso fatica a definire “soltanto metal” le proprie composizioni. Il disco si fregia di un ampio spettro di sonorità appartenenti a mondi differenti.
PUNTI DI FORZABring Out Your Dead è un disco completo, che al netto del “si può sempre far di meglio” (specialmente trattandosi di un esordio) risulta efficace in tutte le sue componenti e risalta nella sua eterogeneità.
PUNTI DEBOLI
CANZONI MIGLIORIMacedonia (ascolta), 90 (ascolta), Outrun (ascolta), Rain Over Fire (ascolta)
CONCLUSIONIBuona la prima. Con Bring Out Your Dead, il gruppo spagnolo mette a segno un gran colpo e resta da chiedersi cos’altro potrebbero regalarci in futuro.
ASCOLTA L’ALBUM SU:Youtube | Spotify
ACQUISTA L’ALBUM SU:Amazon 
SCOPRI IL GRUPPO SU:Sito ufficiale | Facebook | Instagram | BandcampSpotify 
VOTO FINALE
Su un massimo di 100
91
COPERTINA
Clicca per aprire

Il primo segno di vita degli spagnoli Bring Out Your Dead è un disco omonimo che apre la strada al percorso della band in modo ottimale. Sette brani di respiro prog metal che trasudano dedizione e ricerca, oltre a nascondere una gran quantità di stili ed influenze dagli ambienti più variegati.

L’impronta dell’esordio è prevalentemente orientata al melodico, anche se non mancano esercizi di tecnica ad impreziosire la tracklist. Questo stile permette alla band di sviluppare una resa atmosferica che avvolge l’ascoltatore per tutta la durata dell’album; ad animare Bring Out Your Dead infatti non ci sono soltanto le ritmiche aggressive ed intriganti del progressive moderno, ma anche alcune sonorità parecchio suggestive studiate in fase di composizione. Ciò fa nascere un contrasto naturale con le caratteristiche più classiche del genere a cui la band fa riferimento, e il risultato è sbalorditivo. La formazione iberica non si perde mai in lungaggini eccessive o strutture troppo complicate: quello che mette sul piatto è esattamente il concept musicale che aveva in mente fin dall’inizio. Un metal che non ha paura di rischiare e che ha nella sua natura la volontà di fare quel passo in più che permette di distinguersi. La forza insita nella proposta della band risiede nel suo equilibrio fra gli elementi che la compongono; se da un lato a dettare il ritmo è un riff robusto, è impossibile non notare che lo stesso poggia su tutta una serie di suoni e campionamenti che lo rendono ancora più efficace, completo, profondo. C’è qualcosa nella formula messa a punto dai Bring Out Your Dead che è difficile spiegare in una manciata di righe: il disco omonimo con il quale la band madrilena ha deciso di fare il suo ingresso sulle scene mette le basi per una crescita a dir poco interessante. Brani come Outrun -che vede addirittura la comparsa di uno spezzone ispirato alle sonorità Drum&Bass- o la suite finale Rain Over Fire sono il manifesto di un modo tutto nuovo di lavorare nella direzione del progressive. L’ascolto è caldamente consigliato anche a coloro che di solito non masticano questo genere.

DATI DEL DISCO
TRACKLIST
1Macedonia04:49
2In the Blink of a Snake’s Eyes04:37
3Mad Girl’s Love Song04:17
49006:50
5Кот Бегемот06:42
6Outrun05:05
7Rain Over Fire12:10
Durata totale: 44:29
FORMAZIONE DEL GRUPPO
M.R. Boydvoce e chitarra
Reverend J. Nibblervoce e chitarra
Litos & Tibasso
Tim the Enchanterbatteria
ETICHETTA/E:Art Gates Records
CHI CI HA RICHIESTO LA RECENSIONE:l’etichetta stessa

Potrebbero interessarti anche...

Aggiungi il tuo commento