Seventh [CAN] – Vacarme (2020)

SCHEDA DEL DISCO
Per chi ha fretta
PRESENTAZIONEVacarme (2020) è il secondo album dei Seventh, band black metal canadese fondata nel 2017.
GENEREUn atmospheric/post-black metal introspettivo che mescola atmosfere eteree con altre più diaboliche.
PUNTI DI FORZALa produzione ottimale e un songwriting profondo contribuiscono a dare all’album un impatto molto coinvolgente.
PUNTI DEBOLI
CANZONI MIGLIORIEchoes (ascolta), Through the Flesh (ascolta)
CONCLUSIONIVacarme è uno degli album più memorabili di questo 2020, e presenta i Seventh come una band che sa come muoversi in un genere particolare e per niente scontato.
ASCOLTA L’ALBUM SU:Youtube | Bandcamp | Spotify
ACQUISTA L’ALBUM SU:Amazon | Bandcamp 
SCOPRI IL GRUPPO SU:Facebook | Instagram | Bandcamp | Youtube | Spotify | Metal-Archives
VOTO FINALE
Su un massimo di 100
85
COPERTINA
Clicca per aprire

Proveniente dalla sempre straordinaria scena metal del Québec, la band atmosferic/post-black metal che prende il semplice nome di Seventh ha iniziato il suo percorso non molto tempo fa. Il gruppo si forma nel 2017 a Quebec City, ma sono riusciti a pubblicare già due album sulla lunga durata, ovvero il debutto Limbes del 2017 e il secondo Vacarme nel 2020. Registrato presso La Boîte Noire Studio a Quebec City con François Côté-Fortin, noto produttore e musicista della scena metal canadese, e presentato con una bellissima opera dell’illustratore Philippe D’Amours, Vacarme esplora il disagio psicologico, il disturbo mentale e come alcuni individui traggono beneficio dal commettere atti immorali per sfuggire alla realtà. Il tutto con un songwriting molto elaborato, abbracciato dal muro enorme di suoni atmosferici realizzati da Jean-Fred Gauvin alla voce, Olivier Falardeau alle chitarre, Martin Lessard al basso e Alex “Blaireau” Bernatchez alla batteria.

Le linee di chitarra nascono dal suono di un orologio che ticchetta nell’intro Synthèse, creando un’atmosfera forte che schiaccia i nostri sensi nella prima traccia Echoes, in cui i testi ringhiati di Jean-Fred, si unisce ad un’esibizione fulminante di atmospheric black metal con uno straordinario finale acustico. Poi, senza perdere tempo, il quartetto trafigge le nostre anime con Hundred Winters, dove i blast beats di Alex camminano mano nella mano con il riffage black metal di Olivier. La musica continua a crescere di intensità, oscurità e furia fino alla fine guidata dagli scream sempre angoscianti di Jean-Fred, e la sostanza non cambia in The Gift of Death, dove Olivier e Martin strimpellano le loro corde in grande stile, apportando elementi di doom metal alla loro sonorità già pesante come l’inferno.
Linee serene e melodiose permeano l’aria nella seguente Bloom, prima che la piena forza torni con la sesta con la sesta Lust: i suoi oltre sei minuti di passaggi cupi e ipnotizzanti mostrano un altro fantastico lavoro svolto alle chitarre, mentre Alex continua a percuotere incessantemente la sua batteria in un’entusiasmante rappresentazione della violenza sonora. Nei nove minuti di Disheartened, i Seventh ci mostrano il lato più puro dell’atmospheric black metal: la voce del singer è assolutamente demoniaca, accompagnata dagli stridenti riff di Olivier e dal fragoroso basso. E un altro intermezzo elegante e affascinante, intitolato Collapse, funge da quiete prima della tempesta per la conclusiva Through the Flesh portando avanti la devastazione dei testi austeri e la loro polverosa fusione di suoni anneriti, concludendo l’album con un’atmosfera incendiaria.

Il Canada è da sempre uno dei paesi più attivi per quanto riguarda il nostro genere musicale, e assistere all’ascesa di band di nicchia, estreme e dalla proposta musicale complessa, è sempre un piacere. I Seventh saranno forse tra gli ultimi arrivati nella prorompente scena estrema canadese, ma il potenziale mostrato in Vacarme conferma le elevate capacità di questa band e le sue prospettive più che rosee. Sarà solo il tempo a confermare tutto, ma per il momento, godiamoci questo bellissimo lavoro.

DATI DEL DISCO
TRACKLIST
1Synthèse01:27
2Echoes08:11
3Hunderd Winters05:47
4The Gift of Death05:34
5Bloom01:09
6Lust06:22
7Disheartened09:01
8Collapse01:08
9Through the Flesh07:59
Durata totale: 46:38
FORMAZIONE DEL GRUPPO
Jean-Fred Gauvinvoce
Olivier Falardeauchitarra
Martin Lessardbasso
Alex Bernatchezbatteria
ETICHETTA/E:autoprodotto
CHI CI HA RICHIESTO LA RECENSIONE:Corrosive Talent Music PR

Potrebbero interessarti anche...

Aggiungi il tuo commento

Google-Translate it!