Corners of Sanctuary – Heroes Never Die (2020)

SCHEDA DEL DISCO
Per chi ha fretta
PRESENTAZIONEI Corners of Sanctuary sono una band statunitense attiva dal 2011 e con ben sette full-length all’attivo. Heroes Never Die (2020) è l’ultimo di essi.
GENEREUn hard ‘n’ heavy che si rifà pesantemente allo stile più classico senza però apportare qualcosa di valido.
PUNTI DI FORZAGli americani hanno almeno un po’ di potenziale.
PUNTI DEBOLIIl gruppo non lascia il segno perché non riesce a staccarsi da ciò che lo ispira, rimanendo in uno spazio sonoro che rende i pezzi poco godibili nella loro interezza
CANZONI MIGLIORI
CONCLUSIONIForse i Corners of Sanctuary hanno del potenziale, ma rimane totalmente inespresso. Heroes Never Die è un concentrato di impressioni e suoni dal mondo heavy metal senza capo né coda.
ASCOLTA L’ALBUM SU:YoutubeSpotify | Soundcloud
ACQUISTA L’ALBUM SU:Amazon |  Ebay
SCOPRI IL GRUPPO SU:Sito ufficiale | Facebook | Instagram | BandcampSpotify | Twitter | Metal-Archives
VOTO FINALE
Su un massimo di 100
50
COPERTINA
Clicca per aprire

Heroes Never Die è il settimo full-length degli americani Corners of Sanctuary. Dopo una carriera piuttosto prolifica di dieci anni (con all’attivo diversi lavori di vario tipo) la band prova a reinventarsi con un disco che, malgrado le buone intenzioni, manca l’obiettivo preposto.

L’heavy metal portato avanti dalla band non è altro che una stanca e ripetitiva interpretazione delle sonorità classiche, condotta peraltro senza il minimo sforzo in fase di composizione. Lo slancio creativo della band rimane impantanato in una soluzione anacronistica che poco o nulla ha da dire in questo momento storico, specie se trattata con tale superficialità. Non che la ricerca di innovazione sia requisito fondamentale per la buona riuscita di un album; tuttavia, approcciandosi ad una produzione di questo tipo ci si aspetta sempre che chi la propone sappia in qualche modo manipolare il sound a cui si ispira per trarne un linguaggio proprio rielaborando le influenze che lo hanno fatto in primo luogo scaturire. Ma se il risultato si rivela poi così deludente non si può che constatare l’ennesimo tentativo di dar vita ad un genere ormai abusato, anche se gli esempi positivi di questi tempi non mancano per nulla e si pongono probabilmente come unica soluzione a questo “problema”. Heroes Never Die lascia poco all’interpretazione dell’ascoltatore e sguazza nella sua mediocrità senza veramente darsi una prospettiva che non sia quella di seguire alla lettera i dettami di un heavy metal che guarda al mondo dell’hard rock in modo piuttosto timido: visto sotto questa luce sembra davvero un album piuttosto inconcludente, segno che forse la band ha esaurito le idee (o ha semplicemente commesso un passo falso) e sta provando in tutti i modi a rimescolare le carte in tavola non cambiando mai di fatto la sostanza.

DATI DEL DISCO
TRACKLIST
1We Never02:41
2Someone Else’s War02:24
3The Truth in Lies02:40
4Combat Shock05:10
5Heroes Never Die03:08
6Into the Fight02:38
7I Will03:07
8We Won’t Back Down (Do or Die)03:39
9Best of the Best04:15
10We Are the Dead (Dead Man Walking)03:19
11Remember the Dawn02:23
12Fight the Good Fight04:07
Durata totale: 39:31
FORMAZIONE DEL GRUPPO
Stacey Leevoce
Mick Michaelschitarra, tastiera
James Perabasso, backing vocals
Mad Tbatteria
ETICHETTA/E:RFL Records
CHI CI HA RICHIESTO LA RECENSIONE:l’etichetta stessa

Potrebbero interessarti anche...

Aggiungi il tuo commento

Google-Translate it!