Singolo: Drown in the Abyss – Rising from the Tides

SCHEDA DEL SINGOLO
Per chi ha fretta
IL SINGOLO IN BREVERising from the Tides è il singolo di debutto per i canadesi Drown in the Abyss, una band capace di seguire le regole, dimostrando ottime doti di produzione, ma con qualche vuoto nell’ anima.
ASCOLTA IL SINGOLO SU:Youtube | Bandcamp | Soundcloud | Spotify
SCOPRI IL GRUPPO SU: Facebook | Instagram | Bandcamp | Youtube | Spotify
COPERTINA SINGOLO
Clicca per aprire

Sono i canadesi Alexandre Lavoie e Sam Caron, rispettivamente chitarra e voce, che si celano dietro al nome Drown in the Abyss, autori del singolo Rising from the Tides, coadiuvati da Chris Wiseman, talentuoso chitarrista degli Shadow of Intent, che ha collaborato alla produzione.
Il brano è un debutto assoluto sulla scena metal, soprattutto per Lavoie, un enfant prodige capace di passare in pochissimi anni da produzioni hip hop a generi molto più elaborati e sofisticati come il symphonic death.
Il singolo si apre con una onirica overture che, man mano, sale in un minuto di pura tensione, per poi esplodere in tutta la sua furia con un granitico riff di chitarra a cui difficilmente si può negare un furioso headbanging.
Tutto secondo copione anche il delirio che segue in cui anche la voce si unisce agli strumenti per creare il caos ed annunciare ufficialmente la discesa negli inferi.
In questo caso è meglio parlare di discesa negli abissi dato che il testo parla proprio di fondali marini e bestiali creature pronte a lasciare le acque per invadere la terra. Una chiara metafora della società in cui viviamo.
Il brano scivola via nei suoi quattro minuti e mezzo senza sbavature, ogni riff è piazzato nel posto giusto e al momento giusto, ottimi gli arrangiamenti, ma nessun virtuosismo di rilievo nelle parti. La voce tende a variare tutte le tecniche; dal growl, forse un po’ acerbo e confuso, al grind, con risultati migliori, a cui si aggiunge un intermezzo del non così popolare pig squeal, che personalmente trovo sempre grottesco.
Il risultato è un brano di certo creato a tavolino in cui tutte le tessere vengono incastrate con maniacale precisione. Sono pronto a scommettere che la batteria sia stata scritta con un software; ne esce totalmente priva di anima.
Non si può negare che il brano sia stato curato nei minimi dettagli e che la sua forza stia proprio nel rispettare tutte le regole compositive del genere. Lavoie è un ottimo produttore e con questa uscita l’ ha ampiamente dimostrato. Non resta che attendere l’ intero album per capire quanto credito potremo concedergli o se questa sia stata solo una botta e via.

DATI DEL SINGOLO
TRACKLIST
 Rising from the Tides04:28
FORMAZIONE DEL GRUPPO
Sam Caronvoce
Alexander Lavoiechitarra
ETICHETTA/E:autoprodotto
CHI CI HA RICHIESTO LA RECENSIONE:Asher Media Relations

Potrebbero interessarti anche...

Aggiungi il tuo commento

Google-Translate it!