Hate [IT] – Save You (2020)

SCHEDA DEL DISCO
Per chi ha fretta
PRESENTAZIONEGli Hate sono una band italiana che ha ripreso le regolari attività solo da qualche anno. Save You (2020) è il secondo full-length dopo il ritorno sulle scene.
GENEREUn hard rock di stampo ottantiano dai toni piuttosto tradizionali.
PUNTI DI FORZAC’è moltissima personalità nonostante il ricorso ad un linguaggio stilistico datato
PUNTI DEBOLI
CANZONI MIGLIORIDoctor (ascolta), There’s No Lie (ascolta), On Fire (ascolta)
CONCLUSIONIC’è una netta differenza fra Save You e una riproduzione stanca del classico hard rock, e gli Hate non mancano di farlo notare attraverso una serie di brani di pregevole fattura.
ASCOLTA L’ALBUM SU:Youtube | Bandcamp | Spotify 
ACQUISTA L’ALBUM SU:Bandcamp
SCOPRI IL GRUPPO SU:FacebookBandcamp | Youtube | Spotify 
VOTO FINALE
Su un massimo di 100
80
COPERTINA
Clicca per aprire

A due anni di distanza dal primo full-length gli italiani Hate tornano sulle scene con un nuovo lavoro dal sapore hard rock. Il quartetto nostrano ha ormai ripreso la piena attività dopo una pausa durata quasi trent’anni e Save You sembra dare la giusta continuità alla produzione della band.

Il sound che pervade questo disco prende ispirazione a piene mani dallo spirito degli 80s e in fase di composizione gli Hate non fanno mistero della loro venerazione nei confronti di quelle sonorità. Tutti gli elementi presenti nei brani in questione richiamano senza alcun dubbio un’altra epoca: c’è il riverbero sulla batteria, c’è l’effettistica irriverente sulle chitarre e ad un certo punto c’è anche un cowbell ad accompagnare i ritmi ostinati e decisi dell’album. È evidente che l’impronta stilistica di cui il gruppo si fregia ha una connotazione temporale piuttosto anacronistica, ma ciò non impedisce ai brani di avere un impatto positivo. Il passato ritorna con una certa insistenza ma la formazione di rocker italiani riesce a mitigarne i cliché, proponendo una soluzione che ha molto a che fare con la propria interpretazione personale; infatti, la sensazione di ascoltare un disco di vecchio stampo viene accompagnata da un’altra, piacevole, di trovarsi di fronte ad un lavoro ben fatto e che sa dire la propria. Un’operazione, questa, che quasi stride se confrontata con altri album di band omologhe ai nostri ma incapaci di portare all’attualità il rock di un tempo, reinventandolo in modo da non farlo sembrare una pura e semplice copia. Va fatto quindi un plauso agli Hate, che con questa ultima fatica dimostrano una buona padronanza dei propri mezzi nonché una forte personalità che potrebbe regalarci in futuro altri ottimi lavori. Prendere ispirazione dalla storia non è mai sbagliato a prescindere, ma bisogna sapere dove e come inserirsi per far risaltare le proprie capacità.

DATI DEL DISCO
TRACKLIST
1Break It03:12
2First Love04:58
3Doctor04:35
4The Choice03:31
5Angel on the Run04:36
6There’s No Lie05:10
7Higher05:44
8On Fire03:14
9Hot and Dangerous04:05
10I’ll Be There04:40
11Save You08:05
Durata totale: 51:49
FORMAZIONE DEL GRUPPO
Enzo Vittoriavoce e basso
Davide Facciolichitarra
Luca Lopezbatteria
ETICHETTA/E:Diamonds Prod.
CHI CI HA RICHIESTO LA RECENSIONE:l’etichetta stessa

Potrebbero interessarti anche...

Aggiungi il tuo commento

Google-Translate it!