Marco Garau’s Magic Opera – The Golden Pentacle (2021)

SCHEDA DEL DISCO
Per chi ha fretta
PRESENTAZIONEThe Golden Pentacle (2021) è il primo album in studio della Magic Opera, band symphonic power metal fondata nel 2019 da Marco Garau, tastierista dei Derdian.
GENEREUn symphonic power metal di stampo classico.
PUNTI DI FORZAOgni traccia mostra come la band sia abile nel dare una trama compatta in ogni brano, con momenti più tirati ed altri più lenti tipici delle ballad.
PUNTI DEBOLIQualche passaggio a volte è scontato.
CANZONI MIGLIORIThief of Souls (ascolta), Until the End of Time (ascolta)
CONCLUSIONIThe Golden Pentacle è un disco ben fatto che rappresenta un ottimo punto di partenza per le prossime opere della Marco Garau’s Magic Opera.
ASCOLTA L’ALBUM SU:Youtube | Bandcamp | Spotify
ACQUISTA L’ALBUM SU:Amazon | Bandcamp | Ebay
SCOPRI IL GRUPPO SU:Sito ufficiale | Facebook | Instagram | Bandcamp | Youtube | Spotify | Twitter | Metal-Archives
VOTO FINALE
Su un massimo di 100
75
COPERTINA
Clicca per aprire

La neonata Magic Opera è un progetto fondato da Marco Garau, tastierista dei Derdian, che ha deciso di fondare una band tutta sua senza abbandonare la sua vocazione musicale primordiale: quella del symphonic power metal. Il musicista milanese, con l’aiuto di Anton Darusso (voce), Gabriel Tuxen (chitarra), Matt Krais (chitarra), Salvatore Giordano (batteria) e Enrico Pistolese (basso), realizza l’album di debutto The Golden Pentacle, un lavoro di sessanta minuti che, nella sua compattezza, è suddiviso in undici brani, tutti legati tra loro in fluida successione.

La title-track apre subito il disco con un bell’incipit introduttivo per poi trascinarci in un’atmosfera fantasy coinvolgente. Velocità e orchestrazioni sono gli elementi portanti del brano, che si fondono in una cavalcata degna del più classico power metal italiano. Degna di nota è Never-ending Pain, in cui Darusso ci delizia con un passaggio aggressivo dato dal suo growl, senza che risulti di riempimento. Fight for the Victory si richiama alla mente scenari di battaglia tra vichinghi: lo si capisce dalla struttura classica guidata da strofe melodiche e ritornelli epici, con un assolo preciso e sinfonico a dare un tocco di tecnica in più. The Secret of the Sea è un mix di tutto ciò che la band dispone per trasformare le sue idee in musica con un mix tra poesia e aggressività. The Sacred Legacy è un brano in cui le orchestrazioni diventano un marchio di fabbrica. Nel power metal si tratta di ordinaria amministrazione, ma ciò che salta all’orecchio è la loro perfezione, forse la prima vera e propria del disco. Inoltre, in questo brano, Darusso dà il meglio di sé con una prestazione senza sbavature. The Other Side è una ballad che riesce ad intrattenere l’ascoltatore senza spingersi nella velocità. Nel finale, però, i giri aumentano nuovamente con Thief of Souls e Until the End of Time, due brani molto riusciti che mettono in mostra le abilità tecniche dei chitarristi su note folk e neoclassiche che ci portano alla fine di questa opera.

Un debutto convincente per Marco Garau e la sua band. The Golden Pentacle è un buon lavoro, caratterizzato da uno stile già sentito in passato, ma che mette in risalto tutta la passione dei componenti della band. Ogni passaggio, seppur alle volte scontato, riesce sempre a coinvolgere l’ascoltatore nella dimensione epica dell’album, che evoca paesaggi mitologici e battaglie emozionanti, senza mai ricadere nella noia. Un ottimo punto di partenza per le prossime opere di questa band.

DATI DEL DISCO
TRACKLIST
1The Golden Pentacle06:13
2Elixir of Life04:50
3Keepers of the Night05:45
4Never-ending Pain06:24
5Fight for the Victory04:41
6The Secret of the Sea06:25
7The Sacred Legacy07:56
8Free Again04:13
9The Other Side06:08
10Thies of Souls05:03
11Until the End of Time07:16
Durata totale: 01:04:54
FORMAZIONE DEL GRUPPO
Anton Darussovoce
Matt Kraischitarra
Gabriel Tuxenchitarra
Marco Garautastiera
Enrico Pistolesebasso
Salvatore Giordanobatteria
ETICHETTA/E:autoprodotto
CHI CI HA RICHIESTO LA RECENSIONE:la band stessa

Potrebbero interessarti anche...

Aggiungi il tuo commento

Google-Translate it!