Melvins – Working with God (2021)

SCHEDA DEL DISCO
Per chi ha fretta
PRESENTAZIONEWorking with God (2021) è il ventottesimo album dei Melvins.
GENEREUno stoner rock/metal con influssi sludge, pregno di varie sperimentazioni che lo racchiudono in una forma unica e particolare.
PUNTI DI FORZALa musica del gruppo risulta ascoltabile e apprezzabile, esattamente come ogni album in cui sono presenti variazioni e sperimentazioni.
PUNTI DEBOLIL’album è un po’ tarato su standard ironici.
CANZONI MIGLIORICaddy Daddy (ascolta), Hot Fish (ascolta)
CONCLUSIONIWorking with God è un album che suona vivace, coinvolgente e al contempo creato con mestiere, cioè con i soliti tratti tipici dei Melvins.
ASCOLTA L’ALBUM SU:Youtube | Bandcamp | Spotify | Soundcloud
ACQUISTA L’ALBUM SU:Amazon | BandcampEbay
SCOPRI IL GRUPPO SU:Sito ufficiale | Facebook | Instagram | BandcampSpotify | Twitter | Metal-Archives
VOTO FINALE
Su un massimo di 100
70
COPERTINA
Clicca per aprire

I Melvins sono una di quelle band che non ne hanno mai abbastanza. Sperimentano, inventano e mettono in pratica una musica che si adatta ai tempi e, soprattutto, al mood dei suoi componenti. D’altronde non ci si può aspettare nient’altro dalla personalità di King Buzzo: sin dal 1983 siamo abituati a sentirne di ogni, che sia stoner rock, sludge metal, hard rock o qualsiasi altra classificazione, e i Melvins si sono sempre distinti in ogni sfumatura che hanno conferito ai loro lavori.
Il discorso non cambia neanche con Working with God, album numero 28 che si aggiunge ad una altrettanto lunghissima lista di EP, compilation e split. Nel nuovo lavoro firmato Melvins, Buzz Osborne decide di reclutare due vecchie conoscenze: Dale Crover e Mike Dillard, entrambi componenti del nucleo primordiale della band. Come ben sappiamo, il sound è ogni volta rivoluzionato, pur presentando coordinate sempre note, ma unendo il tutto con una spinta di eccentricità che rende il risultato proprio come ci aspettavamo: unico.
Le chitarre sono poderose e ben presenti, i ritmi sono possenti, le liriche un continuo sfogo contro la società. Hanno il loro modo di portare rispetto verso il passato e renderlo sotto un’ottica diversa, ancora una volta quasi inedita, con uno sludge violento e diretto. Basta ascoltare Hund e Bouncing Rick, due locomotive dirette da Dillard che viaggiano a suon di hard and heavy pesante e schiaccia-ossa.
Lo sludge si sprigiona dalle chitarre roboanti di Negative No No che, come martelli, attaccano l’ascoltatore senza un minimo di tregua, esattamente come accade con Caddy Daddy e Hot Fish, altri due episodi che lasciano un forte impatto. I Fuck Around, cover di I Get Around dei Beach Boys, si immette benissimo nella tracklist, riuscendo a fare capolino con delle ritmiche coinvolgenti, esattamente come la seconda cover dell’album 1 Fuck You (di Harry Nilsson) con quell’andamento sbarazzino che attacca dritto ai timpani.
Working with God è un album che suona vivace, coinvolgente e al contempo creato con mestiere, cioè con i soliti tratti tipici dei Melvins. Tredici pezzi dove il trio gioca, sperimenta, sorride e fa ironia, tirando qualche mazzata senza aspettarselo. L’ascolto, l’arrivo alla fine dell’album è avvincente, un po’ tarato su standard ironici, ma che rappresenta un modo di fare unico nel suo genere. I Melvins sono questo, e chi li conosce sa benissimo che deve ascoltare questo disco, registrato in sole due session.

DATI DEL DISCO
TRACKLIST
1I Fuck Around (The Beach Boys cover)02:21
2Negative No No03:50
3Bouncing Rick03:39
4Caddy Daddy04:25
51 Brian, the Horse-Faced Goon00:42
6Brian, the Horse-Faced Goon02:06
7Boy Mike03:46
81 Fuck You (Harry Nilsson cover)02:27
9Fuck You00:10
10The Great Good Place03:50
11Hot Fish04:58
12Hund03:15
13Good Night Sweetheart (The Spaniels cover)02:08
Durata totale: 37:37
FORMAZIONE DEL GRUPPO
Buzz Osbornevoce e chitarra
Dale Croverbasso
Mike Dillardbatteria
ETICHETTA/E:Ipecac Recordings
CHI CI HA RICHIESTO LA RECENSIONE:Rarely Unable

Potrebbero interessarti anche...

Aggiungi il tuo commento

Google-Translate it!