Drakkar – Chaos Lord (2021)

SCHEDA DEL DISCO
Per chi ha fretta
PRESENTAZIONEI Drakkar sono una celebre band italiana e Chaos Lord (2021) è il loro sesto full-length in quasi trent’anni di carriera.
GENERELa band si affida ad un power dai tratti classici associando qualche influenza heavy per rendere il proprio sound più dinamico.
PUNTI DI FORZALo stile ormai consolidato dai Drakkar permette loro di trattare il power in modo interessante anche dopo tutto questo tempo.
PUNTI DEBOLI
CANZONI MIGLIORIHorns Up! (ascolta), And He Will Rise Again (ascolta)
CONCLUSIONICon Chaos Lord, i Drakkar dimostrano di non aver perso lo smalto di sempre e si riconfermano una realtà di cui possiamo andare fieri nel panorama internazionale.
ASCOLTA L’ALBUM SU:Youtube | Bandcamp | Spotify | Soundcloud
ACQUISTA L’ALBUM SU:Amazon | BandcampEbay
SCOPRI IL GRUPPO SU:Facebook | Instagram | Bandcamp | Spotify | Metal-Archives
VOTO FINALE
Su un massimo di 100
87
COPERTINA
Clicca per aprire

Gli italiani Drakkar tornano alla ribalta con il loro potente e solenne power metal. Il nome scelto per il loro sesto full-length è Chaos Lord, e racchiude l’anima del gruppo in modo piuttosto chiaro oltre a continuare l’ottimo lavoro di una band che si è imposta sulla scena ormai tanto tempo fa.

Lo stile è come al solito diretto: fin dalle prime battute veniamo travolti dalla tipica energia che ha da sempre caratterizzato la band milanese, e adesso che lo spazio dedicato alle tastiere è minimo il suono risulta ancora più d’impatto. Dal punto di vista compositivo c’è un ordine gradevole, figlio di una maturità consolidata dopo anni di esperienza (e di carriera) che hanno irrobustito le strutture architettate dai nostri. Che si tratti di spingere con forza sull’acceleratore o pennellare dei brani più prettamente atmosferici i Drakkar dimostrano di saper coniugare tutti gli elementi nella maniera più equilibrata possibile, riuscendo a rendere efficace ogni singolo passaggio di questo nuovo album. In alcuni punti Dell’Orto e soci si avvicinano anche all’heavy e ciò si rivelerà una preziosa scelta stilistica; se con uno stampo unicamente votato al classico power il rischio di tediare è una minaccia quasi inevitabile, i suoi effetti possono essere mitigati da alcune influenze che risolvano almeno in parte questo problema. Chaos Lord è un lavoro che incontra i gusti degli appassionati del genere – i quali, almeno in Italia, considerano già il monicker dei Drakkar come una garanzia – ma si lascia scoprire volentieri anche dai meno avvezzi per la sua carica travolgente, sprigionata da una tracklist di tutto rispetto in grado di trovare il proprio spazio in un contesto poco incline al rinnovamento come quello del power. Se di conferma si può effettivamente parlare, la formazione lombarda centra un altro importante risultato e ci consegna un disco quadrato e con le idee ben chiare che può guadagnarsi (ancora una volta) la sua fetta di ascoltatori fuori dal Bel Paese.

DATI DEL DISCO
TRACKLIST
1The Dreaming City01:54
2Lord of a Dying Race05:41
3Horns Up04:22
4Chaos Lord05:52
5Through the Horsehead Nebula05:25
6The Battle (Death from the Depths – Part II)04:37
7And He Will Rise Again06:26
8Firebird04:33
9The Pages of My Life05:03
10True to the End06:35
Durata totale: 50:28
FORMAZIONE DEL GRUPPO
Davide Dell’Ortovoce
Dario Berettachitarra
Marco Rusconichitarra
Simone Pesenti Grittibasso
Daniele Ferrubatteria
OSPITI
Emanuele Laghitastiere
Fabio Paciuccichitarra acoustica (traccia 7)
ETICHETTA/E:Punishment 18 Records
CHI CI HA RICHIESTO LA RECENSIONE:l’etichetta stessa

Potrebbero interessarti anche...

Aggiungi il tuo commento

Google-Translate it!