Fortunato – Insurgency (2021)

SCHEDA DEL DISCO
Per chi ha fretta
PRESENTAZIONEInsurgency (2021) è il terzo album della band francese Fortunato.
GENEREUn symphonic power metal piuttosto nella media del genere.
PUNTI DI FORZAUna buona padronanza del genere da parte del gruppo.
PUNTI DEBOLIUna certa omogeneità, senza un pezzo che spicchi per renderli riconoscibili.
CANZONI MIGLIORIFly Away (ascolta), A White Cross on a Norman Field (ascolta)
CONCLUSIONIInsurgency è un album buono che si fa ascoltare volentieri, ma i Fortunato avrebbero bisogno di qualche scossone in più.
ASCOLTA L’ALBUM SU:Youtube | Spotify
ACQUISTA L’ALBUM SU:Amazon
SCOPRI IL GRUPPO SU:FacebookBandcamp | Spotify | Metal-Archives
VOTO FINALE
Su un massimo di 100
76
COPERTINA
Clicca per aprire

I Fortunato sono una band francese, di Lione, con un’esistenza pluridecennale, ma con solo tre full-length all’attivo. L’ultimo in ordine di uscita è Insurgency, di cui ci occuperemo in questa recensione.

Insurgency è un album decisamente nella media degli album power sinfonico. Suonato e pensato anche bene, in fondo, si fa ascoltare volentieri, ma ha un difetto molto comune nei lavori moderni: la mancanza di qualcosa che spicchi. Diverse canzoni hanno ritornelli molto catchy, per esempio la opener Carry on to the Depths of the Sea o, ancora di più Fly Away, che ha il giro di chitarra che ti fa fischiettare alla grande. Però a parte questo, non ti resta molto in testa una volta terminato e questo è un peccato perché i francesi suonano bene, non cercano di strafare. Molto bella e a effetto anche la ballad A White Cross on a Norman Field. La mancanza di una vera e propria hit, comunque non inficia la riuscita dell’album che risulta più che piacevole da ascoltare, soprattutto in macchina.
Ci sono dei momenti dove i Fortunato un po’ si perdono, tipo in Big Time, ma per fortuna si sanno riprendere in fretta.

Per tirare le somme, i Fortunato sanno il fatto loro: Insurgency è un album carino: magari non sarà una pietra miliare della storia, ma merita comunque di essere preso in considerazione. C’è un po’ da migliorare il tiro, variare un po’ sul tema per restare meglio impressi e anche più riconoscibili, ma le capacità ci sono. Quindi il futuro può essere promettente.

DATI DEL DISCO
TRACKLIST
1Carry On to the Depths of the Sea04:19
2Blood of the Unknowns05:13
3For Eternity04:52
4Fly Away04:38
5The Sun Shall Never Shine05:52
6Everywhere04:03
7A Star in the Sky04:21
8A White Cross on a Norman Field04:21
9Big Time04:06
10My Mother Was a Who?03:52
11Insurgency09:05
Durata totale: 55:42
FORMAZIONE DEL GRUPPO
Markus Fortunatovoce e basso
Seb Valléechitarra
David Amorebatteria
ETICHETTA/E:Rock City Music Label
CHI CI HA RICHIESTO LA RECENSIONE:l’etichetta stessa

Potrebbero interessarti anche...

Aggiungi il tuo commento

Google-Translate it!